Scopri la Collezione

Museo Civico Archeologico "Pietro e Turiddo Lotti" | Comune di Ischia di Castro (VT) - Assessorato alla Cultura

Scopri la Collezione del Museo Civico Archeologico “Pietro e Turiddo Lotti” di Ischia di Castro

Nel Museo Civico Archeologico “Pietro e Turiddo Lotti” di Ischia di Castro puoi trovare reperti archeologici e opere d’arte provenienti dal territorio comunale, dalla Preistoria fino al Rinascimento!

Una serie di sale tematiche, ordinate in successione sui due piani del Museo, ti porteranno alla scoperta della storia del territorio e delle persone che lo hanno vissuto nel passato.

Nel Museo, il percorso è articolato in:

Preistoria - Museo Civico Archeologico Pietro e Turiddo Lotti di Ischia di Castro
Preistoria – Museo Civico Archeologico Pietro e Turiddo Lotti di Ischia di Castro

Preistoria

Sala dedicata al prof. Ferrante Rittatore Vonwiller, dove sono esposti i reperti della Grotta di Settecannelle (Paleolitico, Neolitico, Età del Rame e del Bronzo);


Fase Etrusca

Il Corridoio e il Primo Piano espongono molti reperti databili all’Età Etrusca: materiali ceramici, corredi, statue della tomba a Casa e della Tomba dei Bronzi;

Museo Civico Archeologico Pietro e Turiddo Lotti di Ischia di Castro
Museo Civico Archeologico Pietro e Turiddo Lotti di Ischia di Castro

Età Romana

Sala dedicata ai reperti dalla località Selvicciola, con materiali ceramici, lapidarium, oggetti di vita quotidiana;


Età Longobarda

Materiali dalla Necropoli della Selvicciola, con ricostruzione di alcune tombe e delle loro coperture;


Medioevo e Rinascimento

L’ultima Sala espone i dipinti dell’Eremo di Poggio Conte, comunità monastico-eremitica del XIII sec., e i reperti architettonici dall’antica città di Castro, progettata da Antonio da Sangallo il Giovane e distrutta nel 1649 dall’esercito pontificio, su ordine di Papa Innocenzo X (Giovan Battista Pamphilj).


Sale Espositive

Al primo piano, il Museo dispone di sale da destinare ad esposizioni temporanee: in questo periodo, sono in mostra materiali provenienti da Vulci (sfingi e statue pertinenti al culto di Mitra)